Damir Ivic
1036 Articles20 Comments

Scrive di musica a trecentosessanta gradi (con predilezione per l’elettronica). Storica firma del Mucchio. Punto di riferimento negli anni per Red Bull Music Academy in Italia. Autore di libri editi per Arcana. Collaboratore di vari festival. Occasionalmente copywriter. Oggi, tra le varie cose, stretto collaboratore di Rolling Stone e TRX Radio. Inspiegabilmente tifoso dell’Hellas Verona.

Complimenti, Polifonic: tanto di cappello

Da sempre una delle eccellenze assolute in Italia a livello di scelta artistica e competenza musicale, oltre che capacità di “interpretare” il clubbing più contemporaneo e sofisticato, l’estate scorsa Polifonic aveva compiuto qualche mezzo passo falso: non tanto a Milano,…

Rival Consoles: se anche mi capitasse di diventare di moda, passerà

E’ bellissimo parlare con Ryan Lee West, alias Rival Consoles; è bello tanto quanto ascoltare la sua musica. Se quest’ultima comunque è più legata alla poesia, alla complessità, ad un approccio “intelligente” (scusate l’aggettivo!) alla musica elettronica, quando invece parli…

Non sono fascisti, sono solo incompetenti (e populisti)

Due cose aveva detto la Meloni, mettendoci proprio la faccia, per difendere la legislazione d’urgenza approntata sull’onda del rave modenese halloweeniano: il nuovo decreto legge era da intendersi esclusivamente rivolto a schiacciare il fenomeno dei rave illegali; e comunque no,…

20 anni di C2C: cosa significavano allora, cosa significano oggi

Qualcuno che starà leggendo queste righe c’era, probabilmente, alla prima edizione di Club To Club. C’era, quando anche Torino – una Torino pre-Olimpica clamorosamente vitale, selvaggia ed affascinante – provava a rifare a modo sua l’intuizione avuta prima a Milano…

Witchtek, rieccoci: se il rave torna ad essere il pericolo pubblico numero uno

Ci risiamo. Dopo Viterbo l’anno scorso, ora tocca a Modena, nella zona della Fiera. Migliaia di persone provenienti da tutta Italia ma non solo da essa (al solito, i francesi arrivano sempre in forze) si sono date appuntamento in un…

Non c’è gusto in Italia ad essere competenti

Abbiamo parlato spesso e volentieri del Torino Jazz Festival nelle sue ultime edizioni, quelle con Giorgio Li Calzi e Diego Borotti sulla plancia di comando. Lo abbiamo fatto per la qualità della proposta artistica. Lo abbiamo fatto perché ha imboccato…

Rinascimento e sudore: dove dovrebbe andare il jazz oggi

Ormai sono quindici anni – le prime declinazioni furono infatti nel 2007, all’epoca in esplicito omaggio a Sun Ra – che Gianluca Petrella in mezzo a miliardi di altre collaborazioni ed avventure porta in giro quella navicella spaziale a nome…

Anfisa Letyago copia smaccatamente Dozzy: no, così anche no

Ora, giudicate voi stessi. Questo è il brano fatto uscire poche ora fa da Anfisa Letyago, “Rosso Profondo”: Suona famigliare? Beh, sì, ci crediamo. Anzi: se non vi suona famigliare dovreste preoccuparvi, perché significa che non avete nella vostra RAM…

Armonica, il (non) senso dell’underground oggi

Non si parla tantissimo degli Armonica, ovvero Andrea Arcangeli e Salvatore Angelucci (aka Asal), ma già da qualche anno sono uno dei sodalizi artistici di casa nostra che più e meglio riesce a posizionarsi nelle mappe tech-house globali. Questa lunga…

È possibile fare un festival di successo a Milano: ma non con l’elettronica?

Da tempo su Soundwall seguiamo anche cose jazz, così come ancora da prima abbiamo sempre buttato un occhio sull’hip hop: nel grande “family tree” a cui appartengono techno e house, sono snodi fondamentali e quindi per ampliare e rendere più…