#ultimoconcerto: i nodi, il pettine (e il “pubblico di merda”)