Bonobo “Migration”

Un disco melanconico fatto di sguardi profondi su spazi immaginari fortemente dispersivi, come un viso adulto che guarda fuori dal finestrino di un qualsiasi mezzo di locomozione che dal focolare fami…

Illum Sphere “Glass”

Ryan Hunn è Illum Sphere. Il moniker l’ha preso dal latino, perché di convenzionale non voleva proprio nulla, anzi puntava ad un’estetica del suono complessa ed elegante anche se avvolta i…