Secret Solstice 2015, il festival islandese che festeggia l’estate

Il solstizio d’estate, come noto, è il giorno con più ore di luce dell’intero anno. Se oggi questo può voler dire poco o niente, non è così vero se guardiamo alla tradizione: i solstizi regolavano i calendari e le attività contadine, come gli equinozi e i movimenti lunari. Un giorno importante in tutte le società e le culture, che appare ancora più importante a latitudini estreme, vicino ai poli terrestri, in cui il solstizio estivo significa giorni in cui la luce del Sole è presente per quasi ventiquattro ore.

Da queste considerazioni e dall’importanza storica di tale giorno nasce Secret Solstice, un festival islandese, giunto alla sua seconda edizione, che si svolgerà dal 19 al 21 giugno 2015, sfruttando appunto il periodo in cui la luce solare copre quasi del tutto l’intero arco della giornata. Fascino della tradizione ma anche musica, tanta musica, più di centocinquanta tra dj, cantanti e gruppi, che si esibiranno sui palchi allestiti nella Hot Spring Valley, tra cui, per l’edizione 2015, segnaliamo Moodymann, KiNK, Gus Gus, Erol Alkan, Zero 7, i locali e divertentissimi FM Belfast, Daniel Avery, Leon Vynehall e Detroit Swindle.

Sono solo alcuni, tra i più famosi e già confermati, che prenderanno parte a questo interessante festival che si propone come un’alternativa valida ma soprattutto diversa alle solite latitudini del clubbing estivo.

Se la cosa vi solletica già il palato, il consiglio è di guardare anche l’after movie dell’edizione 2014, per togliervi ogni dubbio e cominciare a cercare un volo per l’Islanda.