Scopri i primi nomi annunciati della prima edizione dell’Oasis Festival a Marrakech

L’intrattenimento estivo declinato tramite musica elettronica negli ultimi dieci anni ha visto una sua fortissima rimodulazione in forme e luoghi d’approdo; la scena dei festival è rapidamente cresciuta e le venue vengono studiate al dettaglio per aggredire nuovi mercati e creare forti opportunità di turismo. Pensiamo al The Garden Festival e quello che ha creato in Croazia, spianando la strada per i mainstream Dimensions, Outlook o Hideout, e da qui partiamo per presentarvi l’Oasis Festival.

Dall’11 al 13 settembre infatti, una nuova venue si affaccia nel novero dei festival estivi ed il luogo scelto è Marrakech: nella cornice dell’Hotel Fellah per tre giorni si alterneranno le performance di DJ Harvey, Âme, Agoria, Will Saul, Derrick Carter, Guy Gerber b2b Matthew Dear, e molti altri, tra piscine e riad, tajine e bourbouka. L’intento è quello di creare un festival intimo (lo si capisce anche dal numero massimo di ammessi previsto tra gli 800 ed i 1000), una boutique attraente sia per la qualità musicale proposta che per la magia che il Marocco porta con sé. L’estate è lontana, ma più di pensiero potreste farlo.