“Non cerchiamo colpe, non ci interessa”: ma lo Stato ancora non paga