MUTEK 2015: seconda ondata di artisti per il festival canadese

Il MUTEK, festival internazionale di creatività digitale e musica elettronica, ha recentemente aggiornato e ampliato la programmazione prevista per questa sedicesima edizione che avrà luogo tra il 27 ed il 31 maggio a Montreal.

Come da tradizione, molte delle ultime introduzioni (così come buona parte della precedente line up annunciata) sono rappresentate da performance live, a dimostrazione di quanto gli organizzatori pongano l’attenzione sulla ricerca di originalità, immediatezza ed imprevedibilità come elementi caratterizzanti le esibizioni del festival. Tra le novità si segnala la presenza di due influenti labels quali Opal Tapes – rappresentata dal fondatore Stephen Bishop nelle vesti di Basic House accompagnato per l’occasione da Patricia, Perfume Advert e Karen Gwyver – e L.I.E.S., anch’essa a Montreal con alcuni dei migliori produttori tra le sue fila, ossia Svengalisghost e Gunnar Haslam. A questi sono da aggiungere i live di Dasha Rush (con il suo recente progetto Antarctic Takt), Mika Vainio, Pheek e molti altri promettenti produttori della scena canadese tra cui ad esempio Drew Gragg e Cabaal.

La line up viene poi completata da una parte con i dj set di Anthony Naples e Fumiya Tanaka e dall’altra con una serie di progetti e collaborazioni audio/visual, workshop, panels, showroom, volti nel complesso a ricercare e creare quella commistione tra musica elettronica ed altre discipline digitali così cara al festival. Un valore aggiunto che ha portato il MUTEK a sviluppare col tempo una propria ben definita identità, arrivando perfino ad essere descritto come “il festival più ambizioso esistente”.

Tutte le informazioni sulla prossima edizione del MUTEK possono essere ritrovate qui.