Mukanda Festival: riappropriarsi della storia

Abbracciato dalla Foresta Umbra e dal celebre mare pugliese, Vico del Gargano ospiterà dal 3 al 5 agosto Mukanda Festival, evento organizzato dall’omonima associazione culturale. Sulla scia dell’originario rito d’iniziazione africano a cui s’ispira (che prevedeva l’allontanamento temporaneo dei giovani dalla comunità per sottoporli ad un percorso di riflessione e crescita) i tre giorni di musica, arte e dibattiti avranno l’obiettivo di recuperare e dare voce alle potenzialità del centro storico di uno dei borghi più belli d’Italia, legandone in maniera complementare, l’identità culturale e storica alle nuove idee e tecnologie.

Tanta freschezza e talento sarà presente nella programmazione musicale, improntata sull’Afrofuturismo e composta sino a questo momento da Rabih Beaini e Harmonious Thelonious (3 agosto), Karima 2G, Mo’ Kolours e Dj Khalab accompagnato dal musicista maliano Baba Sissoko (4 agosto) per concludere con Clap! Clap!, Débruit e Paul White (il 5 agosto).

Mukanda sarà anche sinonimo di street art grazie alla collaborazione con i ragazzi di Altrove Street Art Festival, oltre che occasione per ascoltare interessanti dibattiti curati da Slow Food, Pop_Hub e PlanimetrieCulturali.

Il festival sarà completamente gratuito ed è in parte finanziato tramite una campagna di crowdfunding su Indiegogo, a cui si può partecipare facendo riferimento a questo link. Sul sito ufficiale potete trovare tutte le informazioni relative al festival ed agli aggiornamenti che verranno.