La vendetta del “disco nero”: ma a quale prezzo?