La provocazione (mancata?) del Magnolia