“I Dream Of Wires”: storia del sintetizzatore modulare

È prevista per il 28 Luglio a Berlino la prima proiezione assoluta di “I Dream Of Wires”, documentario indipendente che riguarda la storia dei sintetizzatori modulari e di come questi strumenti abbiano cambiato profondamente il modo di fare musica nel mondo moderno. Robert Fantinatto, regista del documentario, è un astrofisico convertito a direttore artistico. La sua passione per la scienza, però, ha fortemente influenzato i suoi lavori, tanto da condurlo alla realizzazione di “I Dream Of Wires” che si trova ad essere la prima opera in assoluto ad affrontare il tema dei sintetizzatori modulari, attraversando le tappe fondamentali della storia della musica elettronica, dalla nascita di questo strumento rivoluzionario fino ai giorni nostri. Nel cast, oltre alle macchine marchiate Doepfer, Modcan e Make Noisevere (protagoniste della pellicola), compaiono i volti di alcuni dei più grandi musicisti elettronici odierni come Trent Reznor (Nine Inch Nails), Morton Subotnick, Gary Numan, Vince Clarke (Erasure), ma non solo, anche dj e produttori che hanno fatto (e fanno tutt’ora) ballare giovani e giovanissimi sui dancefloor di tutto il mondo: stiamo parlando di figure importanti come Carl Craig, James Holden e Legowelt.

La versione finale del documentario verrà presentata in anteprima a Berlino al Babylon Kino il 28 Luglio e sarà accompagnata da una live performance del leggendario Morton Subotnick.