Berlin Atonal 2015: i giorni più cupi dell’estate berlinese

Sebbene la programmazione sin qui annunciata fosse già di per sé imponente, l’edizione 2015 del Berlin Atonal continua costantemente ad arricchirsi di contenuti e con la pubblicazione del programma dettagliato per le cinque giornate (19 – 23 agosto) trovano una loro precisa collocazione, a meno di un mese dal via, i numerosi acts e progetti confermati.

Andando con ordine, vanno innanzitutto segnalate le novità apportate alla serata inaugurale: all’attesa performance di David Borden e del suo collettivo The Mother Mallard Ensemble si aggiungono infatti la partecipazione del Chor der Kulturen der Welt diretto da Barbara Morgenstern, il live di Max Loderbauer insieme a Jacek Sienkewicz e l’inedita collaborazione tra il compositore australiano Lawrence English e Alessandro Cortini (con quest’ultimo protagonista anche del sabato, prima attraverso la rappresentazione A/V di Sonno, poi sotto le vesti techno del suo nuovo progetto Skarn).

Berlin Atonal cresce anche negli spazi con l’introduzione di una seconda area (Stage Nul) che prenderà vita parallelamente agli aftershows sparsi tra Tresor, Ohm e Globus. All’interno dello stage Nul, durante tutti i giorni di festival ad eccezione della domenica, si alterneranno gli showcase della Subtext Recordings (mercoledì 19), della Diagonal Records (giovedì 20) e quello già confermato della Northern Electronics (venerdì 21) per concludere, sabato 22, con la premiere mondiale del nuovo progetto dei Lakker e i live set di Polar Inertia, Sergie Rezza e Head High. Tantissima qualità, rintracciabile anche all’interno degli aftershows a cui accennavamo in precedenza: Regis, Moritz Von Oswald, Bryan Kasenic, Pär Grindvik e Peder Mannerfelt, Shifted, DJ TLR sono solo alcuni degli artisti chiamati a concludere le buie notti dell’Atonal nei diversi club all’interno del Kraftwerk. Infine, la notte conclusiva di domenica 23, affidata come l’anno scorso alle cure della label berlinese Contort, amplierà la propria offerta (che già comprende Lustmord e Clock DVA) grazie alla reunion dei Bitstream e alla presentazione del nuovo progetto di Samuel Kerridge “Fatal Light Attraction”.

Sul sito ufficiale potete ritrovare la line up completa e tutte le altre attività collaterali del festival oltre a tutte le informazioni riguardanti i ticket.