L'”Awakening” particolare di Gabriele Poso