Weather Festival 2015: annunciate le locations e la programmazione (quasi) completa.

Il Weather Festival ha saputo impressionare sin dalle sue prime edizioni. Forse proprio perché tali erano e già davano l’impressione di essere un evento di una certa importanza, una novità in quel di Parigi ma con alle spalle un progetto solido, ambizioso e tutt’altro che improvvisato. Così, quello che inizialmente poteva sembrare anche come un coraggioso esperimento è finito per diventare in sole due edizioni il più grande festival di musica elettronica della capitale transalpina, alimentando una scena in costante crescita e il conseguente interesse nei suoi confronti.

Il recente annuncio delle locations e della programmazione dell’edizione 2015, ovviamente condito da corpose aggiunte alla line up, prosegue sul solco tracciato dalle precedenti edizioni ampliando ulteriormente l’offerta sia musicale che non.

Andando con ordine, si può innanzitutto notare come quest’anno il festival sarà diviso in due parti: una prima (Weather OFF) dal 27 al 31 maggio, il cui programma prevede una serie di incontri, dibattiti e workshop alternati ad esibizioni in cornici da sogno (Voices from the Lake, live alla Gaite Lyrique è una di queste), senza dimenticare i diversi party organizzati per l’occasione in alcuni dei locali più suggestivi di Parigi tra cui Concrete (la cui programmazione domenicale sarà curata da Tama Sumo e Lakuti), Badaboum e lo storico Batofar.
La seconda parte del festival nonché main event (Weather ON) si svolgerà invece tra il 4 e il 7 giugno abbandonando il sito aerospaziale dell’anno scorso a favore del Bois de Vincennes, un’enorme distesa verde multifunzionale alle porte di Parigi. L’apertura sarà affidata a Derrick May, impegnato a dar vita ad uno spettacolo ricco di commistioni tra musica classica ed elettronica e per l’occasione accompagnato da Francesco Tristano, Dzijan Emin e l’Orchestre Lamoureux.
Le due giornate successive vedranno invece alternarsi alcuni tra i migliori esponenti della scena house e techno mondiale. Tante le aggiunte che vanno a completare, anche se non del tutto, la line up: agli artisti già annunciati in precedenza si aggiungono Jeff Mills, Juan Atkins e Moritz von Oswald, Blawan, Collabs 3000, DVS1 e Rødhåd, Lil Louis, Matthew Herbert, Floorplan, Robag Wruhme e molti altri ancora.

Per avere un’idea più precisa dell’intero programma e della line up attuale potete fare riferimento all’evento ufficiale.