Villalobos e la lunga distanza: ascolta l’ultimo remix di “What Is House Muzik” di DJ Pierre

Ricardo Villalobos è un esemplare dicotomico. Divide: per alcuni genio, per altri solo attrazione.

Non vogliamo spostare il giudizio in questa sede, ma vogliamo riconoscergli il merito dell’ortodossia. Ortodossia in termini di fedeltà alla linea; quella sua, intima, tracciata dalle sue produzioni e dai suoi remix in stile maratona che le persone scelgono se percorrere o meno. Ascoltare, prestare orecchio a Villalobos non è mai “semplice”, nelle sue tracce si aprono e chiudono microcosmi di suoni molte volte tremendamente rodati da risultare quasi ridondanti, ma è l’interezza delle sue tracce che gli rende giustizia.

L’ultima delle sue fatiche è il remix del pezzo datato 1994 di DJ Pierre “What Is House Muzik”: trentadue minuti ed un trattamento villalobosiano in pieno stile. Mantiene il vocal e per il resto imbianca e ridipinge tutto da capo. Trentadueminuti sono tanti e le sue produzioni, soprattutto quelle a durata extralunga, necessitano di un ascolto accurato. Non si può pretendere che tutto venga svelato e subito; nel lungo infatti il cileno ti apre i suoi microcosmi, ti incanala verso un ascolto senza pretese di curve troppo evidenti e la ripetitività, intervallata da leggeri tocchi acustici, avvolge chi ascolta e abitua l’orecchio alle sfumature sottotraccia del pezzo. Nessuno, nemmeno noi, vorrebbe sentirsi propinare un unico pezzo per trentadue minuti in serata, ma non è detto che si debba ascoltare in pista. Lì potremmo ascoltarne una parte, un intermezzo, ma è nella solitudine e nella esclusività dell’ascolto personale che si può comprendere la sua complessità, la sua intenzione, il suo magma emotivo.

Il remix è già presente sugli store digitali, mentre il 1 Dicembre uscirà su vinile via Get Physical nella sua versione dub.