Tauron Nowa Muzyka 2014: rara concezione di evento

Il Tauron Nowa Muzyka va avanti dal 2006, proponendo al pubblico polacco sincere scelte musicali sotto forma di porzioni jazz, IDM ed elettronica molto in generale. Lo staff di Katovice da sempre impiega onestamente tutto il proprio sapere al fine di esaudire i desideri del pubblico. Ora la fetta di audience si è allargata, ed il risultato, è la possibilità di godersi il puro privilegio di ospitare in città artisti del livello di Dixon e Ben UFO, raggiungendo la creazione di qualcosa che comunque si riserva il lusso di poter passare spesso inosservata in Europa, così come passerebbe inosservata una vecchia miniera di carbone, alla quale sarebbe impensabile poter accreditare troppa importanza. Ad accoglierti, è il calore di uno scenario che trasuda mistero, dai segni del tempo e dalla storia di un paesaggio completamente rivisitato per il festival. L’organizzazione dona la rincorsa di un sound all’avanguardia in un territorio che si dimostra particolarmente fertile, la ramificazione moderna dei generi musicali si restringe in una visione elettronica della cosa, che, onnipresente conferisce nello scenario post-industriale della location, clima di festa in avvicinamento da est.

Dopo il concerto di avvio in una chiesa con Sorry Boys ed il talentuoso Chet Faker il giovedì, si avvia lo schieramento di una ricca line-up che concede vasta scelta ed il tutto lascia presagire una quattro-giorni appassionante, un’esperienza culturale, cheap, che pare valga davvero la pena di fare. Oltre agli headliner di Innervisions ed Hessle Audio dunque, tra i primi nomi annunciati c’è il leggendario duo tedesco Mouse On Mars, il sound ’80 del francese Jackson & His Computerband, lo sperimentale r&b di Kelela, il misterioso trio Bokka, la Kompakt con Terranova ed Elekfantz, Gonjasufi per Warp, Nozinja e Kölsch. Kode9 invece, arriverà in rappresentanza della sua Hyperdub, in occasione del suo decimo anniversario, festeggiando con Laurel Halo, Scratcha DVA, Ikonika e Cooly G. Dopo la recente uscita dell’album “Dreams” il trio danese WhoMadeWho invece, trasmetterà pura energia da ballo grazie al suo live di tendenza decisamente funky; concerto molto interessante sarà anche quello della band norvegese jazz sperimentale Jaga Jazzist insieme al collettivo locale Aukso Orchestra. Oltre allo speciale live show della cantante pop Kelis poi, il TNM dedicherà un intero stage alla leggendaria LittleBig Agency che celebrerà 10 anni di attività nella serata del venerdì con l’eroe dell’elettronica CLARK, l’ecletticità strumentale di The Field, il rapper Cakes Da Killa e la potenza della techno senza compromessi “from England” di Paula Temple. Presenti anche i padroni di casa Pink Freud, il duo Autechre e NERVY, oltre al compositore e pianista berlinese Nils Frahm, con il suo ipnotico concerto di chiusura in una vecchia fabbrica di porcellana la domenica, un viaggio tra classica, jazz, dance e sperimentale. Tra gli ultimi nomi annunciati invece, spicca quello del buon vecchio Theo Parrish, per una speciale performance insieme ad Amp Fiddler. Per finire (in bellezza), tutta la Detroit moderna in Actress, il padrone della minimal classica Gui Boratto e la dark-techno dell’inglese Pariah; poi Skalpel, Moory C, Bilal, Adda Kaleh, GoldFFinch, Pili Pallili e lo showcase della U Know Me.

Un allineamento di artisti tale, convalida la reputazione della manifestazione, un’atmosfera testata, già precedentemente testimone di sopraffina selezione sonora, rara concezione dell’evento in sè, prezioso elemento che solo un piccolo/grande festival può far assaporare. Questo sarà il Tauron Nowa Muzyka, dal ventuno al ventiquattro agosto 2014, non resta che curiosità.