Il “mistero” High Experience, svelato e finalmente raccontato