Harmonized, febbraio in tutte le sfumature di elettronica

Dopo un gennaio con nomi del calibro di Dj Deep, Robert Hood e Clap! Clap, anche il febbraio di Harmonized sarà del solito alto livello, con alcuni degli act più interessanti del panorama techno e house mondiale e una data fuori dal canonico sabato sera.

Il primo appuntamento del mese è chiaramente per il 6 febbraio, un sabato particolare visto che sarà la volta del primo party Musica Mascherata che, come potrete intuire, sarà un party in maschera. Quindi via ai travestimenti che alla musica penseranno due artisti di casa nostra tutti funk, disco ed house, da una parte Jolly Mare (e magari qualche anteprima dal suo primo album in uscita “Mechanics”) e dall’altra Francisco, dj e producer romano che in questi anni si è fatto notare per le sue produzioni su Slow Motion, Pigna e 2020 Vision.

Nemmeno il tempo di rifiatare che mercoledì 10 torna Euritmia, il party satellite infrasettimanale di Harmonized che, a febbraio, ospita lo showcase di una delle etichette elettroniche più influenti e di successo al mondo come Ghostly International. Una di quelle etichette che è impossibile da incardinare in schemi preconcetti, una realtà in continuo cambiamento musicale a 360° che, per l’occasione, sarà rappresentata da Shigeto, Lord Raja e dall’ A&R dell’etichetta Hethered Pearls.

Il giro di boa mensile, sabato 13, verrà affidato a un nome che, per il 2016, si porta un sacco di aspettative sulle spalle, stiamo parlando di Lena Willikens che, dopo l’ottimo 2015 in cui ha raccolto feedback positivi un po’ ovunque, è chiamata alla consacrazione definitiva come dj. Con lei, a fare gli onori di casa i Low.e.

Dopo la dj tedesca, sabato 20 febbraio si torna tra i territori statunitensi della black music, insieme al resident Curl Menghi dal funk più impolverato all’house music di oggi, all’Harmonized sarà il turno Gerard Young in arte Ge-Ology, dj newyorchese ma balzato agli oneri delle consolle europee per aver firmato il Sound Signature numero 58 e Theo Parrish non affida certo il buon nome della sua etichetta a nomi a caso, sentire per credere.

L’ultimo party del mese, il 27 febbraio, sarà dedicato all’approfondimento delle tematiche più dub della techno, con un italiano che sul tema ha avuto molto da dire ultimamente, dentro ma soprattutto fuori da confini nostrani: Chevel. Al suo fianco un altro resident di Harmonized, Roberto Clementi, che sicuramente non sarà da meno della guest.