Dieci anni di “Winter”: Aril Brikha attraverso i suoi migliori lavori