Dax J, Orbit Festival: un caso grave (e non semplice da analizzare)