Mattia Tommasone
263 Articles4 Comments

Ho più o meno sempre scritto di musica, raccontando il mio parere su quello che ascolto e sui party che vedo, per cui l'idea di collaborare con Soundwall è praticamente una naturale prosecuzione di quello che ho sempre fatto. Quando non scrivo sviluppo software, cucino, alleno i bambini a calcio, faccio cose da nerd come costruire controller per la mia lavatrice. Per il 95% o più del tempo ascolto elettronica, ma quando ascolto altro sono aperto più o meno a qualsiasi cosa che non sia il latinoamericano o il reggae.

Ascion, Shapednoise & D.Carbone “10inch02”

Tra i generi che vanno per la maggiore oggi nella musica da club c’è sicuramente la techno carica di male di vivere e di richiami industrial: fa strano che tra i paesi in cui questo sound attecchisce maggiormente, oltre alla…

Delta Funktionen “Sun Storm / Onkalo (Karenn Remix)”

Storicamente, Delta Funktionen e la Delsin in generale sono sinonimo di techno di classe, di quella che ti scuote dal profondo ma ti lascia comunque con con una sensazione piacevole: a differenza della depressione postatomica cronica che sembra affliggere la…

Luke Solomon “Timelines”

Stampare un album è una prova importante per un musicista, di fronte alla quale hanno fallito in molti soprattutto in ambito elettronico/dancefloor oriented. Spesso e volentieri capita che produttori in grado di incendiare la pista sulla breve distanza delle tre-quattro…

Maceo Plex “Galactic Cinema”: la sintesi di due anime

Eric Estornel ha una storia musicale lunga e articolata, che comincia nello scorso millennio e attraversa una serie di alias diversi, dei quali solo due sopravvivono a oggi: Maetrik e Maceo Plex. Finora, le due identità sono sempre rimaste piuttosto…

Sasha “Involv3r”

Non dev’essere mica facile, essere Sasha. Non dev’esserlo stato allora, negli anni a cavallo del millennio, quando la stampa di settore ti piazzava in copertina con la scritta a caratteri cubitali “The son of God”, quando di fatto sei diventato,…

Footprintz “Escape Yourself”

I Visionquest sono diventati grandi. Siamo abituati a pensare a Ryan, Lee, Shaun e soprattutto a Seth come dei party animals se mai ce ne sono stati, inarrestabili globetrotter sempre in movimento da un club a un after e sempre…

Mano Le Tough “Changing Days”

La Permanent Vacation l’ha fatto ancora: esattamente come con John Talabot l’anno scorso, l’etichetta di Monaco ha preso un talento emergente della scena deep house e gli ha fatto fare il gran salto di qualità, rilasciando un album di livello…

Spotify: avanti un altro.

Molto probabilmente la notizia l’avete già letta in giro per la rete: finalmente Spotify è disponibile anche per il pubblico italiano, o forse dovremmo specificare “disponibile ufficialmente”, dato che il servizio era già ampiamente accessibile a chiunque fosse in grado…

Mano Le Tough “Changing Days”

La Permanent Vacation l’ha fatto ancora: esattamente come con John Talabot l’anno scorso, l’etichetta di Monaco ha preso un talento emergente della scena deep house e gli ha fatto fare il gran salto di qualità, rilasciando un album di livello…

Mano Le Tough: lontano da casa ma col mare dentro

Niall Mannion è senza alcun dubbio uno dei nomi nuovi più interessanti del panorama deep house e il suo album “Changing Days” in uscita su Permanent Vacation sarà probabilmente il passo della consacrazione definitiva, un po’ com’è avvenuto per John…