Benvenuto Paral·lel Festival: Shifted, Abdulla Rashim e Luigi Tozzi per pochi intimi

A noi di Soundwall piace tenervi aggiornati, stuzzicare la vostra voglia recondita di comprare quel ticket, di prenotare quel volo e poi cercare un alloggio, carino si, ma che non si spenda molto. Ecco, questo è il motivo per cui nella nostra sezione Festival oggi vogliamo parlarvi del debuttante Paral·lel. Iniziamo subito con il dirvi che si terrà dal 2 al 4 Settembre nei dintorni di Barcellona, Guardiola de Berguedà per la precisione, un’oretta di guida da Barça direzione Pirenei.

Un altro festival spagnolo? Si, ma qui le cose cambiano, bisogna avere le idee chiare da subito. I biglietti disponibili sono solo mille, la line up o piace o no e la location, una casa colonica immersa nella natura, è lontana da svaghi cittadini; al Paral·lel si va per godersi la musica, per vivere un festival che vuole fare dell’intimità il suo punto di forza. Partendo dai nostri connazionali Luigi Tozzi (già ospite nella nostra rubrica Giant Steps) e natural/electronic.system. Per poi aggiungere Shifted e Abdulla Rashim – line up completa qui – gli artisti selezionati per il Paral·lel si esibiranno durante i tre giorni del festival su di un unico palco racchiudendo lo spirito experimental/ambient/techno che sin dalla presentazione i promoter hanno dichiarato come cardine del Paral·lel.

Se non volete i soliti nomi, le solite folle oceaniche o i soliti centri fieristici come location Paral·lel è il posto giusto per soddisfare anima e voglia di musica.